Menù di fine estate

L’estate è giunta alla fine, all’improvviso le giornate si stanno accorciando e l’aria inizia a raffreddarsi. I temporali di questi giorni si portano via l’afa, il caldo oppressivo e insopportabile di un agosto particolarmente torrido. Non posso dire che me ne dispiaccio, anzi. L’estate non spicca tra i momenti dell’anno che prediligo, specie in questi tempi di evidente mutamento climatico che alternano temperature africane a tempeste caraibiche. Eppure, un po’ di nostalgia mi rimane nel cuore, ricordando le giornate al mare o in campagna; il profumo dell’estate che si sente nei campi falciati di fresco, tra gli alberi del bosco o sdraiati sotto al sole, sugli scogli oppure sulla sabbia, quel senso di beatitudine e di riposo che in altre stagioni è difficile assaporare.

 

Poi il profumo della frutta e della verdura estive, così fresco e marcato, dai colori intensi che invitano alla vita. Ecco perché chiudo questa stagione con un menù pieno di vivacità e fantasia, di freschezza e golosità tipicamente estive.

Ho scelto di preparare delle sfiziose cotolette di melanzane alla mozzarella, fungono sia da antipasto che da primo, essendo piuttosto sostanziose; segue un secondo dal nome imponente, supreme di pollo “Granducato”, un piatto che utilizza in modo davvero insolito la lattuga assieme a molti altri ingredienti; per terminare, uno dei frutti più rappresentativi dell’estate, il melone, arricchito dai frutti di bosco che sono anch’essi di stagione.

Cotolette di melanzane alla mozzarella 

Cotolette di melanzane alla mozzarella

Occorrono 4 belle melanzane, 200 g di mozzarella, due uova, mezzo litro di latte, una decina di foglie di basilico, pangrattato, farina, olio per friggere, sale.

Sbucciate le melanzane, tagliatele verticalmente in fette di circa mezzo centimetro, ponetele ben stese su un tagliere inclinato, cospargetele di sale e lasciatele riposare per circa un’ora in modo che perdano l’acqua. Asciugatele, quindi adagiatele le une accanto alle altre in una larga pentola, ricopritele con il latte e fate bollire il tutto a fuoco lento per una quindicina di minuti. Scolate le fette di melanzane, strizzatele delicatamente una per volta in mezzo ad un canovaccio. Appoggiate su metà delle fette una fettina di mozzarella e sistemate al centro una foglia di basilico. Ricoprite con le altre fette di melanzane e formate dei sandwich. Impanate passando nella farina, nelle uova sbattute leggermente salate e nel pangrattato, avendo cura di far attaccare i bordi. Friggetele in una larga e alta padella con abbondante olio bollente e, appena risulteranno dorate, scolatele e fatele asciugare sulla carta assorbente. Vanno servite ben calde, quando il formaggio ancora fila, e sono ottime con un vino bianco secco e gradevole.

Supreme di pollo “Granducato” 

Supreme di pollo “Granducato”

Occorrono due petti di pollo, un cespo di lattuga, 150 g di ricotta romana (o di altro tipo, se preferite), 100 g di burro o margarina (ottimi i prodotti vegetali arricchiti di omega3, comuni nella grande distribuzione), quattro belle fette di prosciutto crudo, 8 mandorle, poca farina, un uovo, sale e pepe nero.

Tagliate a metà i petti di pollo, apriteli con un coltello affilato in due larghe fette e batteteli fino ad appiattirli. Sciogliete il burro o la margarina in una padella, infarinate i petti di pollo a fateli insaporire. Toglieteli dal fuoco e mettete nella padella la ricotta stemperata alla quale avrete aggiunto le mandorle tritate, quindi salate e pepate. Levate il composto dal fuoco e amalgamatevi un uovo intero. A questo punto spalmate il composto così ottenuto sui petti di pollo e avvolgeteli nelle fette di prosciutto. Scegliete le foglie migliori della lattuga e sbollentatele per un minuto in acqua caldissima (non deve bollire), sgocciolatele per bene e avvolgetele intorno ai petti di pollo. Sistemateli in una pirofila unta che metterete in forno a 180° per una quindicina di minuti.

Melone ai frutti di bosco 

Melone ai frutti di bosco

Occorrono un grosso melone verde, 100 g di zucchero, 200 g di frutti di bosco (lamponi, mirtilli, more), due bicchieri di Prosecco o altro vino brioso.

Asportate la calotta superiore del melone ben maturo e tenetela a parte. Con un cucchiaio, o con un apposito attrezzo svuota meloni che trovate nei negozi di casalinghi, asportate i semi ed i filamenti interni; asportate poi la polpa a pezzi che metterete in una terrina. Unite alla polpa la frutta di bosco ben lavata, lo zucchero, il vino e mescolate. Versate il tutto dentro la cavità praticata nel melone, chiudete con la calotta asportata in precedenza e passate in frigorifero per almeno due ore. Portate in tavola così come si presenta e servite in coppe da dessert raffreddate nel congelatore.

 

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Angolo cottura e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.