Oli essenziali e cosmesi per capelli e pelli delicate

Molte persone sviluppano sempre più allergie e intolleranze nei confronti dei saponi industriali, delle colorazioni per capelli, persino degli indumenti che entrano in contatto con la pelle. Spesso i problemi iniziano proprio dal cuoio capelluto, quotidianamente stressato da lavaggi, phon e prodotti di vario genere utilizzati indiscriminatamente. Il problema riguarda soprattutto le donne che, per i capelli, hanno una vera e propria passione. Un inconveniente questo che ha colpito anche mia madre, alla sua veneranda età, dopo oltre mezzo secolo di colorazione dei capelli con i famigerati derivati del petrolio (parabeni, petrolati e siliconi).

La soluzione è stata sospendere immediatamente la colorazione, dopo aver fatto i test per le allergie nelle strutture ospedaliere, ma anche una nuova consapevolezza a prestare attenzione a quali prodotti usare per l’igiene della persona e per il cuoio capelluto. Naturalmente l’attenzione occorre prestarla, in questa stagione, anche ai solari e alle creme doposole che si utilizzano in abbondanza, specie se si ha la pelle delicata e soggetta ad eritemi. Sole, mare salsedine, ma anche il vento e il cloro delle piscine, assieme ai lavaggi frequenti, rendono sensibile la pelle del corpo e diminuiscono la produzione di sebo che rende i capelli secchi, crespi e rovinati.

Per prendersi cura della propria chioma diventa importante rispettarne la struttura, ricordando sempre che il sebo, se prodotto in modo equilibrato, protegge e dona morbidezza ai capelli. Nel caso questi siano danneggiati, sfibrati, la produzione di sebo del cuoio capelluto è insufficiente; il trattamento più indicato in questo caso è l’utilizzo di oli vegetali con impacchi/maschere nutrienti sui capelli. Un olio nutritivo per i capelli è sempre realizzato in modo artigianale o comunque controllato da regole rigide; il suo scopo consiste nell’idratare e ristrutturare il capello in modo naturale, ed è estratto rigorosamente a freddo. Come detto in precedenza, siamo circondati e tentati da detersivi, creme, saponi, detergenti, gel, lacche, trucchi e mille altri prodotti per la cura e l’igiene del corpo contenenti sostanze che aumentano il livello di tossine nel corpo e sono potenzialmente pericolose per la salute. I parabeni, i tensioattivi aggressivi, i derivati del petrolio in generale, creano non pochi problemi a tanti consumatori. A tutto ciò si aggiungono le polveri sottili nell’aria, le sostanze derivanti dalle lavorazioni industriali come i metalli pesanti, l’inquinamento in generale che ci mette a dura prova, specialmente nelle città. D’estate poi, l’esposizione ai raggi solari, sempre più intensi e potenzialmente pericolosi, ci espone a problemi cutanei anche gravi. Per fortuna l’industria cosmetica propone alternative valide a tutto ciò che di tossico ci è stato propinato per decenni, arricchendo i prodotti per l’igiene, per i capelli e la miriade di solari, con oli essenziali (che non devono superare il 2-4 %) e profumazioni naturali.

 

I solari, ad esempio, riducono l’utilizzo dei coloranti, dei conservanti e delle profumazioni sintetiche per limitare i rischi proprio delle allergie. Alcuni prodotti biologici, sia solari veri e propri che doposole, escludono del tutto le profumazioni, anche naturali, per proteggere le pelli più delicate e sensibili. Per fortuna anche molti professionisti del settore, con esercizi commerciali, stanno prestando attenzione alle esigenze della salute e della protezione cutanea di tanti clienti (almeno quelli più coscienziosi lo fanno). La nostra parrucchiera di famiglia, Cinzia Giannotti, da anni presta attenzione a tali tematiche, scegliendo prodotti di linee biologiche contenenti oli essenziali, profumazioni naturali o assenti, e soprattutto opta per l’assenza di tutte quelle sostanze che intossicano le persone più sensibili. In questo modo mia madre può farsi fare un taglio di capelli, uno shampoo e una maschera ristrutturante senza temere nefaste conseguenze.

Non tutti sanno, infatti, quanto questo tipo di allergia possa essere dolorosa e sgradevole, considerando che si presenta con forti arrossamenti e bolle su tutto il cuoio capelluto e non solo. Farsi seguire da uno specialista dermatologo è indispensabile per affrontare tali problemi, tuttavia è anche utile leggere attentamente le etichette dei prodotti che si acquistano e affidarsi il più possibile a quelli naturali che si trovano in farmacia o erboristeria. Anche quando si va dal parrucchiere o dall’estetista, occorre specificare il proprio problema, scegliendo sempre gli istituti ed i negozi di persone competenti e sensibili alle nostre esigenze: l’equilibrio dell’organismo e delle sue funzioni passa anche attraverso la consapevolezza personale.

Tra i prodotti usati da Cinzia, che appaiono nelle foto di questo articolo, vi sono shampoo, maschere capillari intensive, oli per capelli arricchiti da sostanze vegetali. Il miele di Manuka è uno degli elementi più diffusi, per le sue proprietà lenitive e disinfettanti; si ricava da una pianta accanto alla quale si posizionano le arnie delle api, la manuka appunto, originaria della Nuova Zelanda e dell’Australia. Si tratta di un miele prezioso, vero antibatterico naturale, grazie ad una elevata capacità disinfettante in grado di frenare il proliferare di virus e batteri. Il miele ha un colore ambrato (viene infatti definito “oro giallo”), particolarmente denso, con un sapore deciso e aromatico; si presenta ricco di proprietà tixotropiche, ovvero in grado di diminuire la propria viscosità se agitato. Questo straordinario prodotto naturale può essere usato anche esternamente, per uso topico, in virtù di quelle proprietà disinfettanti che apportano benefici alla pelle, utili contro psoriasi, infezioni e infiammazioni. Uno degli oli più rappresentativi di questo tipo di cosmesi è quello di avocado che, come anche quello di olivello spinoso o di oliva, si ricava dalla polpa del frutto. Il frutto viene pressato e spremuto, centrifugato e filtrato. L’avocado è una pianta appartenente alla famiglia delle Lauraceae, originaria del Messico, Guatemala e America centrale, il cui frutto è consumato abbondantemente anche alle nostre latitudini. L’olio viene utilizzato notevolmente nei prodotti cosmetici ed è ideale per la cura della pelle secca, screpolata e può essere anche un’ottima cura per i capelli. Il suo alto contenuto di acido palmitoleico rende quest’olio molto ben tollerato e adatto alle pelli sensibili e danneggiate. Contiene elementi antiossidanti che aiutano a contrastare i radicali liberi; si presenta ricco di vitamina A e vitamina E, la sua assunzione combatte l’invecchiamento della pelle e ne mantiene l’elasticità. Protegge soprattutto il mantello cutaneo grazie all’alta percentuale di lecitina, vitamina A, E, D e l’85% di acidi grassi insaturi essenziali. Evita alla pelle di perdere idratazione e la riporta al suo naturale equilibrio. Un altro olio molto presente per le sue proprietà è l’olio di cocco. Si estrae dalla polpa, essiccata o fresca, del frutto ed è molto nutriente, ricco di vitamine e utile per la salute dei capelli. L’olio di cocco si ottiene dalla spremitura a freddo della polpa fresca o essiccata al sole della noce di cocco; risulta molto nutriente e in grado di ridurre in modo significativo la disidratazione della pelle. Particolarmente utilizzato negli oli e nei balsami per il corpo, nella realizzazione di scrub esfolianti e nutrienti, negli oli abbronzanti o doposole, è anche indicato per i capelli ricci, secchi, sfibrati, danneggiati dal sole e dal mare, opachi e in caso di doppie punte. Per finire il burro di karité, elemento oramai molto comune nelle cosmesi di buon livello (controllate sempre la percentuale sull’etichetta) che si ricava dalle noci della vitellaria paradoxa, pianta della famiglia delle Sapotacee, molto diffusa in Africa. Il burro di karité viene impiegato nella cosmesi naturale per le sue proprietà riparatrici, protettive, nutrienti, elasticizzanti, idratanti e antinfiammatorie. Si potrebbe definire la cura ideale per la pelle secca, oltre a rappresentare una protezione dalle aggressioni del freddo e per la cura di mani e labbra secche e screpolate, nonché per massaggiare i bambini piccoli. Le donne africane lo usano storicamente per proteggere la pelle dalla secchezza data dalle alte temperature. Questo mix di prodotti naturali, in quantità regolamentate, può aiutare la pelle a sopportare gli stress ambientali e anche a difendersi. Capita purtroppo, nonostante tutti gli accorgimenti, che delle volte le eruzioni cutanee da allergia si facciano vive lo stesso. Possiamo difenderci dai prodotti industriali di basso livello, dall’esposizione ai raggi solari, dai professionisti poco seri, però l’inquinamento nell’aria che respiriamo e che si deposita sulla nostra pelle è un nemico difficile da sconfiggere. Quindi si possono presentare arrossamenti e bolle fastidiose perché siamo entrati in contatto con sostanze irritanti, anche solo uscendo di casa. A questo punto i rimedi naturali ci vengono ancora incontro, sotto forma di pomate che si acquistano in farmacia/erboristeria e che alleviano i bruciori; possiamo pure preparare da noi alcuni validi rimedi, come la pomata di calendula nella foto.

Pomata di calendula

Ho raccontato questa straordinaria pianta, dalle proprietà disinfiammanti notevoli, in un articolo dell’ottobre 2018 nel quale troverete la ricetta della pomata adatta a questo tipo di arrossamento, capace di lenire il disturbo.

L’estate è una stagione meravigliosa per ricaricarci di luce, energia e vitaminizzarci sotto il sole (l’indispensabile vitamina D), occorre però prestare attenzione alle controindicazioni, specie se si è sensibili alle allergie. Godiamoci dunque queste ultime settimane, controllando sì la salute, ma senza perdere il gusto di una nuotata o di una lunga passeggiata in spiaggia. La natura ci protegge sempre.

 

Questa voce è stata pubblicata in La via delle erbe e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.