L’orto in vaso: erbe aromatiche e officinali

Nei vasi in terrazza o sui davanzali si possono coltivare con soddisfazione erbe aromatiche e molte officinali, dando anche un ornamento allo spazio, piccolo o grande che sia, con sistemazioni gradevoli. Sfruttare le piante commestibili e quelle medicamentose per la tavola o i preparati, aggiunge gusto e salute alla vita.

Far crescere le erbe aromatiche e le officinali in vaso non è affatto difficile, ma la grande offerta di piante in commercio può creare un po’ di confusione riguardo a cosa scegliere, quindi è importante partire dai vasi e dal terriccio più adatto a ciò che si intende coltivare. Si possono usare i semi come faccio io con la calendula, l’aneto e l’erba cipollina, però è preferibile per le altre varietà, a mio avviso, acquistare le piantine pronte che saranno più facili da coltivare e daranno maggiori soddisfazioni. Ottimo è creare in terrazzo o sul davanzale una composizione culinaria, con le aromatiche più usate in cucina ma anche con un occhio al loro valore medicinale.

Un posto soleggiato e protetto è ciò che ci vuole, poi occorrono un paio di contenitori riempiti con le aromatiche da usare regolarmente. Servirà inframmezzare le più comuni, come menta e timo, con qualche varietà di basilico. L’anno scorso ho provato più di una varietà di salvia di forte impatto visivo e dal sapore intenso, regalando alle pietanze qualcosa di veramente insolito. Nel mio terrazzo non mancano mai la salvia, il rosmarino, la menta, l’origano, il timo e la maggiorana, tutte indispensabili per il sapore e le proprietà officinali, ma anche per la capacità di farmi respirare l’atmosfera mediterranea nelle calde sere d’estate. Se poi vogliamo estendere ad altre varietà la scelta, ecco i miei consigli già sperimentati di coltivazione. L’aneto ha un aroma pungente e svariati usi culinari e medicinali; si coltiva con grande facilità come annuale e si semina in primavera. La sua utilità è notevole anche perché attrae i predatori necessari per i giardini. La calendula è una officinale essenziale di cui parlo spesso, facile da coltivare nel terreno, un po’ più difficile in vaso ma non impossibile. Le sue proprietà antisettiche sono straordinarie, l’uso in erboristeria è vasto, e i fiori sono bellissimi. Anche la melissa è una pianta fondamentale in erboristeria e la sua coltivazione non è difficile. Le foglie dal profumo di limone sono usate per insaporire piatti e liquori, per non parlare delle ottime tisane e l’importante funzione di repellente per gli insetti. Dopo la fioritura la pianta va tagliata drasticamente: si disseminerà da sola.

La menta non dovrebbe mai mancare nei balconi e sui davanzali; pianta fortemente aromatica è perfetta per molte tisane, bibite fresche e per profumare gli spazi. Molto usata nell’industria farmaceutica e cosmetica, è facile da coltivare ovunque ma meglio di tutto nei contenitori, anche se avete il giardino, in quanto può diventare invasiva. Il basilico è una aromatica essenziale, non si è italiani se non si ha una di queste piante per insaporire le salse, le insalate, la pizza e quant’altro. Non è difficile da coltivare, specie se si acquistano le piantine pronte, e occorre lasciare spazio affinché si diffonda e si sviluppi. Vanno staccati gli apici per una produzione costante di foglie giovani.

L’origano è il profumo del Mediterraneo e del sole in casa, facile da coltivare, ama il clima secco e le innaffiature non abbondanti. L’uso culinario è vasto e le proprietà digestive sono notevoli. Il rosmarino cresce bene nei terreni umidi e ben drenati ma anche in contenitori più profondi che larghi, ed è meglio non trapiantarlo. In cucina il suo uso è noto; ottimo anche in preparati quali maschere di bellezza, bagni aromatici e infusi depurativi. La salvia si coltiva per il fogliame aromatico, utilizzato sia in cucina che in medicina. Aiuta la digestione ed è eccellente aggiunta agli arrosti. Non è semplicissima da coltivare in vaso, tende a morire con facilità, specie se innaffiata più del dovuto, però è davvero indispensabile.

Il timo regala foglie aromatiche deliziose, specie nelle insalate e nelle salse, ed ha fiori color malva profumatissimi. Piuttosto facile da coltivare, dà molta soddisfazione anche ai principianti.

Per finire la camomilla, officinale eccellente, la mia preferita. Si semina in grossi vasi e deve essere esposta al sole, essendo molto resistente. Quando i fiori saranno del tutto fioriti la pianta avrà raggiunto la sua massima quantità di principi attivi. Questi sono solo alcuni suggerimenti che vi do, però la cosa importante è sbizzarrire l’estro, la curiosità, la voglia di sperimentare e provare a coltivare più piante possibili.

Un terrazzo verde, ricco di officinali e aromatiche, di fiori e di profumi, sarà un angolo meraviglioso specialmente a giugno, quando il solstizio farà maturare le grandi proprietà delle nostre piante. In terrazzo anche gli animali troveranno la loro dimensione e di sera, con qualche candela e qualche lucetta solare, la magia del verde sarà completa.

Questa voce è stata pubblicata in La via delle erbe e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.